in tenda con papá

siamo stati 3 giorni in tenda. https://officinevispa.com/attivit%C3%A0/in-tenda-con-papa/

Che dire, bello. sicuramente bello. non bellissimo.

Giuseppe Elia che é sempre stato il curatore di questi campeggi non’era e quidi un po ne ha risentito, troppi tempi morti.

I bambini sempre soli e troppi bimbi piccoli, Emma ha fatto a mamma per giorni.

giacomo ha giocato a calcio per tre giorni di seguito.

Ma alla fine ero con Mario e Roberto!!!! quindi megiod csí.

piove piove e poi si torna.

Ci alziamo che piove forte, poi si va in battello e guardiamo il canal grande. Bellissimo.

poi torniamo dalla Stazione verso san Marco, negozi e giretti, poi pranzo a casa e poi andiamo a vedere il palazzo del doge, ponte dei sospiri e carceri. Le sale sono meravigliore, si resta con la bocca aperta.

la pioggia non finisce mai.

Torniamo a casa, prendiamo i bagagli e poi a piedi al Torcello. Il ritorno con la macchina njuova ße fantastic, praticamente de ore senza mai toccare i pedali di freno e accelelratore.

Il viaggio dura poco meno di 3ore, tutta pioggia e tutta autostrata, 260km con un consumo di 6l/100km (all’andata erano 6,2)

Le isole!

Giro per le isole, partenza per Murano, guardiamo una presentazione di come di fa il vetro soffiato, Emma di compera degli orecchini, incontriamo Elsa e Marco con ii bambini.

Poi la coda al traghetto é eterna perchße oggi c’era la Vogalonga! terribile! deciiamo di tornare a san Marco e poi si va verso il Lido, poi li andiamo in spiaggia a giocare. Ppi giretto a Burano ma il ritorno é ancora disastroso. Vento fortissimo e ancora coda. Alla fine mangiamo una frittura al freddo e poi un ora di coda. per fortuna arriva un traghetto supplementare e riuscamo ad entrarci.

Giornata troppo lunga, stancante devo dire. Mangiare poi é un casino, le isole sono piene e i ristranti pure. Per pandemia si puó mangiare solo all’esterno e quindi pochi posti e pieni. Oltretutto a cena chiudono tutti… che casino direi!

Il ritorno per fortuna va, e riusciamo ad andare in piazza san marco di sera a vedere l’acqua alta (per i veneziani é solo una pozzanghera).

Alla fine, Burano é bellissima e vale a pena, Murano con il vetro non la farei se non per vedere la lavorazione del vetro.

San Marco di sera meraviglia!

partenza per Venezia

Partenza alle 8,il tempo é brutto, ma si va abbastanza lisci in autostrada. solo un po di coda a Vicenza per lavori. Comunque la macchina nuova é fantastica! va da sola! non serve neppure accelerare e frenare.

Parchieggiato al Tronchetto, poi a piedi fino a “la corte di san Marco” che si trova un po oltre la piazza di San Marco verso l’arsenale. Bellino e spazioso e vicino al centro. 200 euro due notte.

mentre il parcheggio costa un occhio della testa, due giorni e 6ore 63euro. Vabbé é venezia.

Comunque arriviamo ci sistemiamo e via a passeggio.

La cittá é piena di altoatesini

fine della via altoatesina? speriamo

La consulta http://www.quotidianosanita.it/governo-e-parlamento/articolo.php?articolo_id=92899 afferma chiaramente che le Province e le regioni non possono fare le loro regole.

Molto chiaro direi.

Ci voleva il governo Draghi? per fortuna grazie a lui le parole ora sono piú semplici e chiare. Nonstante questo ora abbiamo ancora una settimana in rossa poi si vedra!

La vignetta che mi sono inventato, sostituire il cartello che porta all’ospedale al cartello che porta la scritta via altoatesina!

Le mie umili considerazioni

Mi dimostrano tutti i limiti della via altoatesina, siamo chiusi come da zona rossa anche se per Roma siamo gialla. Finalmente scendono i contagi, anzi sono iniziati a scendere molto in fretta, sono bastati 4 giorni per l’inversione di tendenza.

Interessante questo sito di Falk che é il consulente della Provincia. https://www.markusfalk.com/dashboard/

Alcune considerazioni.

La scuola aperta aiuta! la gente giá a Gennaio invece di andare in giro per la provincia in ristoranti e alberghi e parenti torna al lavoro e a casa per la scuola, giá pochi giorni dopo Rt inizia a scendere.

La chiusura della ristorazione ci porta ad iniziare a scendere giá prima del lockdown.

Invece della via AltoAtesina io propongo la via Palmarin.

  • scuole aperte, cosi la gente non se ne in giro
  • ristoranti aperti solo a mezzogiorno
  • spostamenti nei 30km

restiamo cosí fino a fine marzo cosí poi con i vaccini siamo piú tranquilli

Qui ci sono le ordinanze

http://www.provincia.bz.it/sicurezza-protezione-civile/protezione-civile/coronavirus-downloads-documenti-da-scaricare.asp?publ_cate_id=22328#download-area-idx383295

Giacomo e le sue lettere d’amore

Il Giacomo mentre mangiavamo e si parlava non Emma degli amori della sua classe, interrogato se anche da lui non ci fossero amori risponde pacificamente. “Io ho una che mi ama”.

– Cosa Giacomo?

– Si, é la Beatrie?e, mi ha messo un biglietto con scritto ti amo giacomo.

– ma che bello! e tu cosa hai fatto?

– ho cancellato Giacomo e ho dato il biglietto ad Emanuele

– ….. ah.

Ma l’educazione sentimentale che gli faccio non serve a niente proprio 🙂

Pagelle

Bellissime pagelle di Giacomo e Emma. Sono due bambini speciali. Prezisi come i diamanti, splendidi, con delle piccole imperfezioni come tutti, ma con una vita davanti spero felice!

ne hanno le potenzialità, vediamo se sapranno sfruttarle.

La via altoatesina

Se ne parla da mesi, la via altoatesina alla lotta al coronavirus, sono mesi che facciamo la nostra strada anche se le regole imposte da Roma sono molto differenti. Abbiamo tenuto aperto i negozi e i bar, ristoranti anche alla sera.

Ci si poteva spostare dentro la provincia senza limiti. Dalle altri parti, spostamenti 5km o 30k, tutti i bar chiusi e i ristorani pure o solo a mezzogiorno.

E ora gli altri riaprono addirittura le piste da sci, e noi, visto che abbiamo 700 casi al giorno, ora chiudiamo. 3 settimane, scuole comprese, bar e ristoranti chiusi.

Chi dobbiamo ringraziare adesso? Kompatscher che ha paura di andare contro gli albergatori e non voleva scontentare nessuno? E alberghi aperti senza controlli, e ristoranti aperti anche la sera, un sacco di gente in giro.

E adesso la paghiamo, e chi paga? sicuramente non Kompatscher e sicuramente non Widman.

Grazie Renzi – Arriva Draghi

Mario Draghi’s  whatever it takes enters Treccani encyclopedia

È stato evocato da moti nei mesi scorsi, ma adesso sembra che sia il suo momento. La mia piccola memoria per non dimenticare in futuro. Ranzi decide a agosto del 19 che si puó fare un governo con i M5S, alora il PD si alle sotto la guida di Zingaretti con M5S. Due giorni dopo Renzi esce dal PD e fonda Italia Viva con i suoi fedelissimi, gente che fa da specchio a lui.

Poi Pandemina, casino.

Poi bisogna decidere come spendere i soldi che ci da l’Eurpa, ricordiamo che al gverno in molti ministeri ci sono persone %S veramente inette, Di Maio agli esteri, Bonafede alla giustizia, Azzolina alla scuola. Cioé non per dire ma siamo veramente alla canna del gas.

Allora in molti chiedono uno strapp a Conte, dobbiamo muoverci, Renzi anche chiede a Conte di andare avanti.

Renzi é ago della blancia, i suoi credo 10 voti sono fondamentali, ritira i suoi ministri, se ne va, apre la crisi. Mattarella che si dimostra veramente uno enorme, chiede a Fico di fare delle consutazioni, a 10 minuti dal suo interento, Renzi Tweeta che non ci sono chance, Fico non é riuscito a far ragionare Renzi.

Ma forse non é riuscito a far ragionare nessuno, Renzi in primis. E cosí chiamano Draghi. Forse la personalitá piú grande d’Italia.

Alla fine io sono molto molto contento.

arriva Draghi

Renzi perde quel due percento che aveva e finalmente non conterá nulla

se ne vanno i 5S

non arriva la Lega

covid e dati liberi

Grande farsa in questi giorni. L’Alto Adige in zona rossa, dicevano da Roma, dopo il blocco di tutta Italia per Natale, ora hanno dato i colori a tutte le regioni/provnce; e noi ROSSI.

Allora il Kompatcher ha detto, no ma cosa dite noi qui non abbiamo nessun rischio, stiamo tutti bene, avete sbagliato i calcoli….. oggi infatti tutto smentito. I calcoli sono corretti. Ma sai il governo ha bisogno dei voti SVP per sopravvivere e quindi l’ordinanza altoatesina non viene impugnata.

eeeehhhhhh le farse!!!!

ma perché i dati non sono liberi? sono semplici numeri e formule. È incomprensibile come riusciamo a farci imbrogliare dalla politica anche quando tutto é comandato dai numeri.

È comunque tutto cosí vergognoso! Abbiamo 500 nuovi casi al giorno, dovuti a feste di Capodanno in case private e anche in alberghi, dove tutti sanno e nessuno dice.

rossa gialla rossa scuro ….

Per Roma dovremmo essere rossi (praticamente lockdown), per il presidete Kompamatcher, giallini. Visto che i voti SVP sono indispensabili in questa fase allora a nessuno importa.

Poi viene fuori che per l’eruropa siamo rossi scuri, significa che non possiamo andare in giro per l’europa se non facendo tamponi e quarantena… e qui giá é un problema per Kompi, poi viene fuori che Conte forse non sará piú presidente del consiglio… e per kompi secondo problema. Allora che si fa? si fa il primo passo indietro e si inizia a chiudere di nuovo i ristoranti.

uhhh che manovre politiche.

Io la sera non avrei mai aperto i ristoranti. è il posto piú pericoloso. In montagna poi fuori freddo, entri a scaldarti e mangiare, senza mascherina, e via di virus che circolano, riesci al freddo. è un attimo, invece da noi aperto non solo a mezzogiorno , ma anche la sera, e siamo in zona rossa. 🙁

ogni giorno abbiamo morti di covid da 5 a 10, e contagi nuovi tra i 400 e 600. Numeri impressionanti.

Oramai non si contano piú gli amici di Leonida e Rosanna che sono morti. Quelle sono le persone che dobbiamo proteggere!

Chi produce il vaccino rallenta la produzione e qui quindi ci sono problemi di consegna e la campagna vaccinale di conseguenza rallenta.

Papá e mamma avranno la seconda dose il 7 febbraio, dai poi altri 10 giorni e poi forse andrá meglio.

in slitta da Redagno di Sopra

https://www.alpenvereinaktiv.com/de/tour/da-redagno-a-passo-oclini/197401690/?share=%7Ezp7svact%244ossoyko

Si lascia la macchina al parcheggio appena prima di Redagno di Sopra, si parte per la strada forestale che poi si lascia per il sentiero. Abbastanza ripido ma non troppo lungo. Si arriva alla malga Gurndin. La malga era aperta anche se in momento di Covid. Peccato che il sole se ne é andato presto, ma cosi siamo partiti veloci in slitta.

Si segue la strada verso la isihutte e poi sempre in giú per la strada. Quest’anno la neve é tantissima e la strada perfetta! ci siamo proprio divertiti!

alcuni passi indietro

Molto tempo é passato dalla utime news, é un tempo difficile e non ho scritto. colpevolmente.

Intanto a dicembre ho migrato da TopHost a register.it, alla fine ho fatto questo solo per una questione di prezzo, utlizzo il mio sito in modo a dir poco lieve, spendere 30euro all’anno per queste 4 pagine 🙂 un po troppo.

Noi stiamo bene e alla fine per noi procede tutto nel miglior modo possibile in relazione a questi tempi.

Partita a Ega

Tempo bruttino e freddino, molto differente dal resto dei giorni precedenti. Giacomo gioca alle 13:30 la prima partita. Il suo numero 10 e quella maglietta che gli sta grande, le maniche che arrivano molto oltre le dita delle mani. Eppure é il suo mondo, lo vedo sicuro e tranquillo. Vuole stare coi suoi compagni anche se sa che io sono li per lui e con lui.

La prima partita ße con il Bozner sono inesperti e la Virtus vince facile 6 a 0.

Giacomo fa il suo primo goal su azione. scende sulla destra da terzino e arrivato in area tira in diagonale forte e angolato. Vorrei essere stato nel suo cuore per capire quanto era felice in quel momento e cosa pensava. Esulta con la Dibala Mask. Che bello vederlo felice, bellissimo.

La partite successiva con il Ritten persa ai rigori. Giacomo tira il primo questa volta. questa volta esulta almeno un po.

Domenica prossima ultima partita del VSS.