Aulla – Sarzana

Partiamo da Aulla, dove il don ci fa vedere le scoperte archeologiche fatte in parrocchia negli ultimi 5 anni. Interessante e lui e’ molto coinvolto. Aulla e’ una citta ricostruita nel dopoguerra a misura di costruttore piu’ che a misura d’uomo. Non ci fa una bella impressione. La tappa e’ bella e abbastnza tranquilla, si sale su una collina, si arriva a Bibola, si continua a salire. Oggi e’ caldo. Poi si arriva nella zona dei partigiani e in Liguria. Si arriva ad un passo da cui si vede il mare e La Spezia. Bellissimo panorama. Si scende per una mulattiera che e’ via crucis e si arriva poi a Sarzana.

Appena prima di arrivare a livello del mare tagliamo per evitare l’acqua io mi pungo con le spine, Ale si rovina i pantaloni, poi arrivati sulla stradina dice: e’ tutta oggi che ho sta roba nera sulla pancia: Era una zecca! Per fortuna a Sarzana l’infermiera molto gentile ci aiuta ad ucciderla con la benzina.

Dormiamo in B&B vicino alla stazione. un po di casino coi treni ma bellino. Sarzana e’ bellissima e piena di gente fiketta. Il corso brulica di persone che passeggiano.

Ce la giriamo con tranquillita’ poi andiamo a mangiare a “La scaletta”. Trattoria meravigliosa, appena fuori le mura. La cameriera e’ la piu’ veloce della storia, in due minuti ci porta il tris di primi, in 3 minuti coniglio e contorno e bistecca impanata e patatine. in un minuto il dolce e il caffe… il tutto per 30Euro.

Leave a Reply

Your email address will not be published.