Blockfrei

Già non capisco l’utilita di certi partiti politici, giá non capisco come si possa fare da ago della bilancia in un governo senza nessuna idea se non quella di trarre il massimo profitto dalla situazione, giá non capisco come si possa andare alle elezioni con il motto blockfrei, adesso anche mici mici con la Lega.

Ma dove siamo arrivati? Non gli é bastata la sconfitta subita ad Aprile?

Intanto foto impressionanti del grattacielo piú alto del mondo, mi fa venire in mente quei film in cui in un fituro anteriore vengono ritrovate le macerie di un’opera monumentale, e per decenni la gente si inqueta a scoprirene segreti e motivazioni….. e invece sotto sotto ci sono solo soldi, manie di grandezza e sprechi!

samba error

Reinstallo samba che era un po che non funzinava in “join ads”. Alla fine dopo due giorni di test ecco il problema
winbindd_pam_auth_crap: sam_logon returned ACCESS_DENIED. Maybe the trust account password was changed and we didn't know it. Killing connections to domain

e la soluzione
client schannel = no

5a Tappa: Vazzoler – Agordo

Sono solo 4 ore al Rif Carestiato, ma non finiscono mai. Non è bellissimo il paesaggio della Moiazza ( cioè è bello ma a confronto del Civetta…) ci fermiamo per il solito panino e scendiamo ad Agordo dove dormiamo in una pensione, ci troviamo bene! Alla sera temporale con grandine.
La notte ad Agordo e’ stata improvvisata, in verita’ cercavamo anche di andare verso l’Alta val di Zoldo, cioe’ Oltre il passo Duran, ma sembra un posto dimenticato da Dio e dagli Autobus. Io ho passato 15 giorni in campeggio per 4o5 anni a Goima e mi sarebbe piaciuto rivedere quei posti. Ho cercato per ore il numero di telefono del Bar le VAre ma poi ho saputo che ha addirittura chiuso.
Li c’era una targa per ringraziare tra gli altri Don Paolo e i suoi ragazzi per la ristrutturazione del bivacco Grisetti.
rirodi…

4a tappa: Rifugio Coldai – Rifugio Vazzoler

Partiamo e la giornata inizia bene con un laghetto meraviglioso, poi si arriva al Tissi! spettacolare veduta su Alleghe. Si riparte per il vazzoler ma Ale oggi e’ stanca e ci fermiamo più volte. Arriviamo abbastanza presto al Vazzoler, decidiamo di fermarci anche perche’ il prossimo rifugio e’ a 4 ore.
Questo pezzo di giro lo avevo fatto con il DonPi (Don Paolo Arnoldo per gli altri…) quando eravamo in campeggio a Goima.

3a Tappa: rif Cittá di Fiume – Rif Coldai

Partiamo un po titubanti perche’ ci hanno detto di alcune corde fisse e noi siamo senza imbraghi. Ma la mattina iol gestore ci da coraggio. Partima verso le 8 arriviamo ad una forcella, ci tocca scendere e poi prendere un canalone, forse il pezzo piu’ brutto della giornata. Arrivati in cima al canalone ci sono 10metri su una placca obliqua con corda e scalini. niente di difficle anzi. si sale ancora per dei prati, é ripida e dura. Si arriva ad un ghiaione bellissimo nel bel mezzo del Pelmo, si fa una forcella e si scende per un ghiaione. Si arriva ad un traverso con corda, anche qui niente di complicato e poi giu al rifugio Venezia. Tutto bellissimo. Ale cammina benissimo, solo che ora e’ ancora lunga, si prosegue verso il passo staulanza e poi si scende a Palafavera. Prendiamo poi la funivia perché siamo stanchi e arriviamo al Coldai verso le 17.30!

2a tappa: Nuvolau – Rif Citta di Fiume

Alba incredibile sopra Canazei, un letto di nuvole 200 m sotto di noi e il sole sorge impetuoso. Mui sveglio e sento dalla camera vicina che dicono sembra di essere in aereo. Decido di alzarmi e prendere la macchina fotografica. E’ bellissimo e neppure tanto freddo. Quando il sole sta per sorgere me ne torno a letto e ale si sveglia e si alza. Ritorniamo fuori insieme.
Partiamo per il rifugio 5 Torri, si scende in valle e si risale fino al Rifugio Croda da Lago, con un laghetto meraviglioso.
Si continua poi dopo un paio di forcelle e si scende fino al Rifugio Fiume. Stanchi ma tappa bellissima. Il pelmo si vede dalla finestra!

Alta via n°1 Passo Falzarego – Rif Nuvolau

Partiamo in macchina alle 8.30, i genitori di Ale ci portano al passo Falzarego, non mi ricordavo fosse cosi’ lunga.
La strada a piedi invece per il sentiero e’ bella e tranquilla. Il tempo si guarsa con rapidita’ e al rifugoi Averau i genitori ci lasciano e noi continuiamo per il Nuvolau 2575m.
Alla fine non piove e noi ce ne stiamo sul cucuzzolo della montagna a guardare il tragitto e le prossime tappe. Con Ale non servono tante parole e la sintonia si sente subito. ci riposiamo in una camera da 4, inizialmente solo noi poi arrivano due tedeschi, lei giovane. Lui la deve aver tradita e lei gli parla tutta la sera… mentre noi cerchiamo di leggere senza ascoltare.