Mart – Cold war

ieri dopo un bel po torno al Mart di Rovereto per vedere la mostra per i 100 anni del futurismo.
Carra Milano
Questo uno dei quadri che ho preferito.

La mostro Cold war é stata se possibile ancora piú interessante. attraverso la soria della guerra fredda si rivive architettura e disign in quegli anni. Dai manifesti socialisti, all’ingresso della plastica e del compensato per la costruzione di mobili, sedie. Molto molto bella.

rallenta il battito

vorrei rallentare il mio battito, per poter rallentare la mia vita, per poter riflettere nel silenzio che intercorre tra sistole e diastole.
ma non riesco.
Nonna da una settimana é a casa e gira per casa con il girello. un po si arrangia e quindi siamo tutti contenti.
Emma invece ha fatto la morfologica 2 e hanno detto che ha un ampio cavo pellucido. allora siamo dovuti andare a farla anche in ospedale e il riscontro é stato lo stesso, allora ora Emma deve fare una risonanza magnetica. Il corpo calloso é presente e quindi io sono tranquillo, ma io non sono il dottore e non ho Emma in grembo. Ci fanno stare in pensiero, a noi e ai nonni.
Tutto questo fa in modo che non ci sia silenzio tra la sistole e la diastole.

sant’agostino – se mi ami non piangere….

Ale mi ha chiesto di cercare Sant’agostino, io ho detto la mia

Ovunque tu sarai mi porterai con te
ogni cosa che vedrai ti ricorderá di me
ogni parola che udirai ti ricondurrá a me…..

tutto questo non perché sia uno spirito onnipresente
ma perché io sono parte di te, come te sei una parte di me.
la parte che tu mi hai donato se ne é andata con me
la parte che io ti ho donato é li con te!
ti ho donato le mie gambe nelle salite difficili,
ti ho donato le mie mani nelle carezze del mattino,
ti ho donato la mia voce nelle canzoni urlate al cielo.

non piangere perché sono con te nelle gambe, nelle mani e nella gola!

Addio Michele

Tocca un altro funerale, Michele sabato scendendo da una via sci alpinistica. La neve abbondante dell’inverno e le temperature troppo elevate lo hanno tradito e una valanga li ha spazzati via. lui e il suo compagno.
Che dire 37 anni, moglie e figlio…. niente da dire.
Al funerale strapieno incontro i vecchi compagni di universitá e vecchi colleghi della microdata dove lui aveva preso il mio posto, e tanti ricordi e tanti scherzi e tante tante cose ancora, ancora lacrime dopo che tante erano state spese per il papa di ale.