vado a casa da mia nonna

.. ascolto la radio, un programma da vecchi, anzi da giovani che si sentono vecchi … o da vecchi sche si sentono vecchi. insomma un programma in cui si parla di come era bello una volta qualando si stava male 😉
e dice:”mamma e papá sono partiti e io volevo stare un po con loro, mia sorella anche é in vacanza, allora vado da chi é sempre rimasta ad aspettare, aspettare mia mamma, aspettare me.
vado da mia nonna! ho voglia di famiglia”

beh é successo un po anche a me, sapere che alla fine comunque c’é sempre nonna come ultima spiaggia sicura su cui fare affidamento…. Bella lí nonnna!!!!

Pineto…

Le vacanze scorrono tranquille e piacevoli. Emma è una meraviglia, per la prima volta l’ho vista ieri giocare con un’altra bambina. Proprio giocare! Ha fatto anche due bagnetto nel mare con mamma. La sua biciclettina poi… sono inseparabili. Che bello.
Proprio mentre camminavamo per andare in spiaggia eravamo tutti e tre per mano. Che bella sensazione.

http://www.songmeanings.net/songs/view/3530822107858868039/

I see our enemies
I see them on thier knees
Crawling across The floor
You kill them all

I tied it up
The gaping whole
Into a drawer full

You have walked through my dreams
And I want you to see this
Open the door
Open the door

You’re standing at the moor
Things vanish one by one
Invisible, Invisible, Invisible

Watch them go
All’s come afoot
I say my goodbyes
To everyone I know

Goodbye, goodbye
I burn up my lists
They cease to exist
Leave nothing behind

The things I thought I’d want
They vanish one by one
Invisible, Invisible, Invisible

You have walked through my dreams
And I want you to see this
Invisible, Invisible, Invisible

Your lips to my lips
I cease to exist