Capodanno

Il 31 lo abbiamo passato a casa nostra cpn Paul e i suoi genitori. Tutto ottimo tranquillo tranquillo.
La Emma e Paul hanno un affiatamento incredibile e Emma si trova bene.
Giacomo invece quando andavamo a letto capiva che gli altri si divertivano e quindi non dormiva. Alle 10 tutti via e tutti a letto.

Guccini – Vorrei

Mattina dedicata a Guccini e mi fermo su questa:

Vorrei conoscer l’ odore del tuo paese,
camminare di casa nel tuo giardino,
respirare nell’ aria sale e maggese,
gli aromi della tua salvia e del rosmarino.
Vorrei che tutti gli anziani mi salutassero
parlando con me del tempo e dei giorni andati,
vorrei che gli amici tuoi tutti mi parlassero,
come se amici fossimo sempre stati.
Vorrei incontrare le pietre, le strade, gli usci
e i ciuffi di parietaria attaccati ai muri,
le strisce delle lumache nei loro gusci,
capire tutti gli sguardi dietro agli scuri

e lo vorrei
perchè non sono quando non ci sei
e resto solo coi pensieri miei ed io…

Vorrei con te da solo sempre viaggiare,
scoprire quello che intorno c’è da scoprire
per raccontarti e poi farmi raccontare
il senso d’ un rabbuiarsi e del tuo gioire;
vorrei tornare nei posti dove son stato,
spiegarti di quanto tutto sia poi diverso
e per farmi da te spiegare cos’è cambiato
e quale sapore nuovo abbia l’ universo.
Vedere di nuovo Istanbul o Barcellona
o il mare di una remota spiaggia cubana
o un greppe dell’ Appennino dove risuona
fra gli alberi un’ usata e semplice tramontana

e lo vorrei
perchè non sono quando non ci sei
e resto solo coi pensieri miei ed io…

Vorrei restare per sempre in un posto solo
per ascoltare il suono del tuo parlare
e guardare stupito il lancio, la grazia, il volo
impliciti dentro al semplice tuo camminare
e restare in silenzio al suono della tua voce
o parlare, parlare, parlare, parlarmi addosso
dimenticando il tempo troppo veloce
o nascondere in due sciocchezze che son commosso.
Vorrei cantare il canto delle tue mani,
giocare con te un eterno gioco proibito
che l’ oggi restasse oggi senza domani
o domani potesse tendere all’ infinito

e lo vorrei
perchè non sono quando non ci sei
e resto solo coi pensieri miei ed io…

Gita a gardaland

Siamo stati a gardaland con Emma e Christian. Giornata spettacolare, caldo mai messo il cappello. La casa di prezzemolo e sempre bella e poi gli spettacoli erano belli. Quest’anno c’era Madagascar! Con balli e canti e pupazzi.
Bello bello divertente.
Christian si è dovuto adeguate a fare giretti con il trattore … Ma si è divertito. Ma dice che il bruco mela è bello!
Christian e Emma sono fantastici e dolcissimi. Proprio bravi. Cri si è addormentato al ritorno e stasera parte per la montagna.sempre che riescano xa convincere Julian a uscire….

Cena di natale

Sempre a castel Flavon. Bello bello bello.
Peccato che come al solito il Minozzi viene emarginato in un tavolo speciale, e anche il dopo cena e l’aperitivo sono in zone non accendibili.
Mani e gli altri si preoccupano che aumenti la cultura di azienda e fanno un bel gioco a domande sulle varie persone della ditta e dei vari nomi.
Il nostro tavolo con un lavoro di squadra fa tutto giusto e io vengo estratto! Bottiglia di vino.
Invece la lotteria va completamente buca.
Cerco di organizzare il post cena per la festa in galleria che sarà aperta domani e collega bronzolo con pineta! Peccato che nessuno mi segua!

prima febbre della vita …

Oggi hanno aperto la fermata Casanova della ferrovia, noi che non siamo in grande forma oggi andiamo e facciamo un giro fino in cittá, appena scesi dal treno Emma dice che ße stanca, giretto veloce e si torna in Bus.
Arriviamo a casa ed Emma ha 38,5! incredibile la prima volta (o forse anche qualche mese fa aveva avuto qualche linea, ma poca roba)!
Corro a prendere la tachipirina sciroppo, Giacomo anche ha la febbre, 38!

alla fine prima di andare a letto Emma non ha praticamente piú nulla e giacomo poche linee. Che forti che sono.

n.b.
Ebba come superlativo dice: il piú bello della vita, il piú forte della vita, ecc ecc

quanto tempo

Beh rieccomi qui, dopo molto tempo. Ne sono passati di giorni sul calendario e stiamo preparando l’uscita a gardaland invernale, probabilmente con Christian. è spettacolare la sua dolcezza con Giacomo e la voglia di giocare con Emma.

Tutto procede bene in famiglia, il lavoro invece é molto stressante. Sono diventato capo gruppo da agosto di quest’anno e il lavoro é duro. devo fare due lavori e prima ne avevo uno a tempo pieno… non riesco a levarmi lavori, ma ieri siamo andati in produzione con Abaco quindi adesso spero di diminuire.

Il nuovo lavoro é molto stimolante, mi trovo peró in difficoltá in certe situazioni, dove ció che vorrei fare é molto diverso da ció che mi é imposto di fare. Vedremo. di sicuro voglio riguadagnare la mia vita perché in questi mesi sono stato completamnte assorbito e anche a casa un po assente, anche dal Blog…..

Post gardaland

image

Oggi abbiamo lasciato mamma e gianpol a casa e siamo andati a gardaland. Abbiamo fatto per la prima volta delle montagne russe (bruco mela) parecchie volte il giro con la canoa. Ci siamo lavati sul tronco galleggiante! Con Paul che abbiamo incontrato con i genitori! E Emma cos’ha detto all’uscita?la giostra più bella è quella con il cavalluccio a dondolo….. Ma sei troppo femmina. 😉
Che amore. Una di quelle giornate che riempiono la vita. Il suo sorriso i suoi abbracci. La sua paura. Il suo sguardo. Niente da fare. Giornata che fa traboccare il vaso della serendipity.

Intanto stanotte improvvise contrazioni per Rita e nasce Amanda programmata per domani, un giorno prima. Benvenuta Amanda! Che IP mondo srotoli un tappeto rosso per te come per Giacomo.

ascolto e mi emoziono

Ascolto la radio, mi scendolo le lacrime ascoltando alla radio un racconto di un parto.
Anche quel giorno per quell’istante mi stavano scendendo le lacrime, ma vevo la congiuntivite e avevo paura di infettare 😉
ma l’aria di quelle ore é un ricordo indelebile.L’Ale e la sua forza, L’Ale e quella trasformazione da dolore a amore, Giacomo che succhia il seno, la puntura di vitamina k alla sua coscia.

.. e ora é passato un mese, e lui é gia per noi il nuovo ometto di casa.

vorrei che questo periodo non terminasse mai.

Primo giorno a tempo pieno al lavoro

Andiamo con Emma all’asilo in biciletta, Emma in bici é uno spasso, sorridente e allegra dribla le fioriere e mi dice grazie quqndo la spingo in salita sulla ciclabile. È l’immagine della felicitá!
poi pranzo dai miei, dove Julian non si interessa per nulla di Giacomo e non lo guarda neppure, mentre Elisa lo prenmde in braccio anche se lo ha preso in braccio giá in ospedale e Chritian dolcissimi ci gioca insieme. Christian ha proprio un bel modo di fare anche con Emma.
poi io torno al lavoro e loro prima da nonna Enrica e poi a casa. finalmente un giornata senza pioggia e con un po di sole.

Piove e si va avanti piani

Oggi giornata di papà e Emma! Mattina,dopo aver saltato il corso di nuovo perche cuor di leone piange, si va a dare da bere all’Orto in cassetta e il pomeriggio a comprare le caramelle per i regalini ai compagni di asilo.
Che dire sono stato genitore single per lasciare il più possibile Ale tranquilla. Io e Emma insieme siamo più che felici.
Giacomo abbastanza tranquillo, Ale abbastanza stanca.

Visite

Oggi sono venuti a trovarci alla mattina Alessandra, Claudio e Giulia senza il piccolo Mattia. Pomeriggio la depa. Giacomo ne risente, è un po fastidioso e piange spesso. La nottata faticosa. A sera a pianti disperatamente per mezz’ora. Ale è un po provata.
Io e Emma ci siamo fatti un giretto alla fiera del tempo libero.

Gaudium magnum

Alle 7:00 siamo in ospedale e alle 9:30 inizia l’induzione, alle 11 non è ancora partito il travaglio ma siamo sulla strada buona. Alle 10 vediamo uscire la mamma di Damian dalla sala parto. Lei 10 GG in anticipo e noi 9 in ritardo…Ale ha un attimo di sconforto.
Poi alle 12 arriva brasola e posiziona la peridurale, l’ostetrica visita e brasola fa presente che secondo lui si può mettere anche l’anestetico. Ale ha un paio di ore do tranquillità anche se l’anestesia ha preso più il lato DX e a SX sente male. Dalle 14:30 fino al termine il dolore è forte. La piccola Ale soffre. Per fortuna interviene una ostetrica esperta e le sue mani aiutano molto. Alle 17;25 Giacomo è fuori. 3750 grammi e 52 cm di altezza.
La cosa stupefacente è la trasformazione sul viso di Ale. Appena Giacomo è sul suo torace tutto il rancore per il dolore si trasforma in un istante in amore intenso. Che meraviglia la nascita.

Restiamo due ore in stanza tra una cosa e l’altra. Che dolci momenti.
Giacomo già si attacca al seno. Che meraviglia i nostri due eroi di giornata.

Emma dorme ancora da nonna Enrica. Io verso le 22 dopo una pizza da zio Alfonso mi sdraio a letto. Sono nettamente felice!

Visita e tracciato

Visita e tracciato tutto OK, anche se l’ostetrica ad in controllo ha detto che c’è poco liquido amniotico, poi è arrivata la dottoressa che con fare scorbutico ha detto tutto OK. Capisco che sia lunedì mattina ma ste dottoresse se sono cosi stufe perche non vanno a coltivare la terra e lasciano i loro bei 5 mila euro al mese nelle tasche della sanità?prossima visita tra due gg.

Alla sera le contrazioni sono aumentate di ritmo. Per fortuna Ale riesce a dormire.

Ha vinto il nonno

La gara delle uova l’ha vinta il nonno. Il tempo pessimo dei giorni scorsi e la neve copiosa in montagna ci hanno fermato  a casa. Ma oggi un timido sole ci ha portato al parco vicino all’asilo. Emma ha fatto tutta la strada in bici da sola. Poi pranzo dai nonni e gara delle uova vinta nettamente dal nonno, ha mantenuto intatte sia punta che culo dell’uovo. Riposino e poi a bronzolo a bere il te. Emma contentissima si è sveglita e ha trovato un biglietto dell’osterhase e un grande uovo di pasqua. La felicità neo volto!

Rifugio bolzano

La sezione CAI di Bolzano non accetta la proposta della provincia autonoma di Bolzano che gli proponeva di acquistare il rifugio. La questione è calda si sa. Da fastidio a qualcuno dopo anni e rimborsi che quel rifugio sia ‘italiano’.
Durnwalder intervistato da una TV locale dice: “….avevamo fatto una proposta che noi prenda amo il rifugio BZ davano in cambio altri rifugi cosi poi il BZ lo davano ai NOSTRI…” poi ha detto non nostri ma provincia. Direi un bel anzi un brutto lapsus. I nostri chi. Il CAI di BZ non è dei tuoi? Siamo cittadini di BZ e il presidente è di tutti. Chi sono stile nostri? Ma che robe.

Schneetag

Giornata sugli sci per la ditta. Noi ci siamo presi le ciaspole e via. Partenza ore 10:30 con le ciaspole da san Martino di sarentino. Pioggia pioggia pioggia. Poi ci saimo divisi e gli altri soni andati alla getrumalm mentre io solo soletto sono salito alla toten perché per poi fare il giro ad anello.
Nessuna impronta, solo la mia. Il silenzio e la pace assoluta, neve veramente alta e le orme  di un leprotto che mi anticipavano.
Molta fatica ma alle 15 ero giu e ho noleggiato una slitta che mi ha permesso di scendere con facilità mentre gli altri erano impantanati. Tanta neve ma a marzo non si può pretendere di più.