Porto i bimbi e alle 8:45 sono a Lavina Bianca, poi val Ciamin e poi su per il buco dell’orso. Arrivo poi al rifugio Tires. La strada per salire é molto ripida e anche bella. Sono solo qui lungo questo percorso, il tempo non é bellissimo, nuvole basse. si sta molto bene, la radio mi fa copagnia.
Il rifugio Tires é veramente bello, il tetto rosso é inconfondibile, dentro ´e tutto nuovo, un bel po di gente e di turisti. Mi bevo un caffé e vedo un bel po di persone che si preparano con corde cordini, caschi imbraghi ecc ecc… mi dico, ammazza dove vanno? fanno la mia ferrata 🙂
Ore 12, parto e li seguo e sono con delle ragazzine alla prima ferrata, allora decido di fare pure io la ferrata anche se sono solo.
Si inizia con un bel canalone e poi si inizia a percorrere una lunga cresta. Di ferrata non ce n’é molta, piu che altro un sentiero con a dx e a sx un gran strapiombo, viste le nuvole che salgono non vedo quasi niente lato Alpe di Siusi, poco male meno vertigini.
Dopo un po si arriva all’uscita che riporta al rifugio, io continuo per l’ultimo pezzo di ferrata, una bella salita finale, poi il cartello di fine ferrata, poi ancora salita e poi finlmente la croce. Arrivo in cima e neppure mi fermo, nuvole nuvole nuvole. Ci si vede poco niente. Ale mi avvisa che a Bz piove forte.
Si inizia a scendere, vado d fretta, si raggiunge il sentiero che collega il rifugio Bolzano con il Tires, un po di gente si incontr, inizia a gocciolare. Allora vado ancora piú in fretta. Mi telefona Corrado che a Bz é arrivata una grandinata incredibile.
Corro l’ultima salita verso il Bolzano.
Che pioggia e che salita.
Entro (14:15) e inizia a piovere che dio la manda.
WOW
mi prendo una torta e chiacchierare con una ragazza milanese appassionata di cammini, molto preoccupata per il ritorno. una ragazza timida e sola, sono quegli incontri che si fanno nei rifugi, nei cammini, quei pochi minuti in cui ci si parla e poi non ci si vedrá piú.
Appena smette riparto, seniero numero due verso Lavina Bianca. Si va in un bel sentiero in piano e poi giu ripidi verso il parcheggio. Bellissimo sentiero. Alle 16:20 sono in macchina.
Giro lungo lungo lungo ma bello. Ferrata inesistente direi ma esposizione da far tremare le gambe.

Intanto a Bz ha grandinato, il nostro orto é distrutto, non e rimasto nulla. I piccoli erano al lido e mentre erano al rparo é caduto un albero, altri alberi caduti ovunque.

La cosa piú triste i nostro orto completamente distrutto.