a renon in pausa pranzo

Lunedí ho passegiato, sono salito all’Ebnicher, poi al Peterploner, poi verso la croce. E allora oggi mi son detto vediamo se arrivo su a Soprabolzano dalla strada. Ed in effetti ci sono arrivato. Visto che in un ora avevo fatto circa 600 m di dislivello allora posso farcela.

E cosí sono partito e in un ora sono arrivato quasi alle piramidi. poi alle 14;04 ero alla funivia. Molto bene, 1h30 per 900 metri di dislivello. Per il mio cuore va bene, anche se forse ho spinto troppo. Ma domani ho la angio e sono giorni che non penso ad altro.

Vado a vedere se le mie vene vanno bene per l’aferesi, perche con le mie medicine dopo anni che le prendono adesso mi dicono che il sangue intero non posso piú donarlo.

che cavolo!

Giacomo era cosí stanco la sera, dopo tre set di pallavolo in corridoio gli ho detto, basta adesso riposiamo prima di cena. Niente si é messo a piangere e con fare melodrammatico a detto “voglio morire, al posto di gesu cristo” e piangeva e non voleva venire a mangiare.

Perché fai cosí Giacomo? perché non posso mai giocare e fare quello che mi piace!

Che tipo….

in preparazione

Per allenarmi mi faccio due volte la settimana un giretto in pausa pranzo, la prima volta verso l’Ebnicher la seconda verso la croce. Sempre un 500 metri di dislivello.

Ma oltre a quella adesso mi do alla lettura e al cinema. Prima con la visione de Il Padrino https://it.wikipedia.org/wiki/Il_padrino_(film) e poi con la lettura de “il giorno della civetta” https://it.wikipedia.org/wiki/Il_giorno_della_civetta

Il film forse lo avevo visto non lo rcordo, comunque meraviglia. Un film di oltre 2h30′, con tanti dialoghi. Bellisssimo.

Per il libro… vediamo.